Apparato della vista

L’apparato della vista è costituito da organi pari e simmetrici situati per la massima parte nella regione anteriore della testa, al di sotto della fronte e ai lati della radice del naso, ossia nelle cavità orbitarie (od orbite). Di tali organi il principale è l’occhio (o bulbo oculare); gli altri, denominati organi accessori dell’occhio, sono sempre contenuti all’interno dell’orbita in rapporto più o meno diretto con il bulbo oculare assieme al quale collaborano all’espletamento della funzione visiva. Si raggruppano in un apparato motore (quelli che conferiscono all’occhio motilità) e in un apparato protettore (quelli che difendono l’occhio da eventuali agenti dannosi).
L’apparato protettore del bulbo oculare è formato dal sopracciglio, dalle palpebre, dalla congiuntiva e dagli organi dell’apparato lacrimale che comprendono la ghiandola lacrimale, che versa il secreto nel sacco congiuntivale, e dalle vie lacrimali, mediante le quali il secreto lacrimale viene drenato dal sacco congiuntivale e versato nelle fosse nasali.
L’occhio, insieme con le formazioni che ne costituiscono l’apparato motore e l’apparato protettore, è accolto nella cavità orbitaria (od orbita).
L’occhio è un fondamentale mezzo di esplorazione dell’ambiente esterno; il suo apparato motore gli consente di orientarsi verso determinati settori dell’ambiente stesso e la sua particolare organizzazione e le sue connessioni con l’encefalo lo rendono atto a trasmettere ai centri nervosi analizzatori un complesso di segnali che ripetono fedelmente le immagini del mondo esterno.

Apparato della vista

Articolo creato il 25 giugno 2012.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

I commenti sono chiusi.