Apparato respiratorio

L’apparato respiratorio è composto da un in­sieme di organi cavi, canaliformi, le vie respiratorie (o aeree o aerifere) e dai polmoni, organi parenchimatosi in cui avvengono gli scambi gassosi fra aria e sangue.
Le vie respiratorie si distinguono in superiori e inferiori. Fanno parte delle prime le cavità na­sali e paranasali e la parte nasale della faringe (o rinofaringe).
Le vie aeree inferiori sono costituite dal condotto laringotracheale (laringe e trachea) e dai bronchi che, dalla biforcazione della tra­chea, si dirigono ai polmoni, all’interno dei quali si distribuiscono con vari ordini di rami.
Lo scheletro osseo o cartilagineo che si trova nella parete delle vie aerifere superiori e infe­riori fa sì che esse rimangano costantemente pervie, facilitando il passaggio dell’aria. La mucosa che ne tappezza le pareti (mucosa re­spiratoria), oltre alla funzione di rivestimento, ha anche quella di riscaldare (data la sua ricca vascolarizzazione), di umidificare (per mezzo della secrezione delle sue ghiandole) e di filtra­re (per mezzo del muco che arresta il pulvisco­lo atmosferico e del movimento delle ciglia che lo convoglia verso l’esterno) l’aria inspirata prima che raggiunga l’area respiratoria. Alcuni tratti specializzati delle vie aerifere svolgono infine le funzioni dell’olfatto e della fonazione. Si tratta della mucosa olfattiva, che occupa un territorio ristretto della volta delle cavità nasa­li, e della laringe che è l’organo produttore dei suoni.
Nei polmoni sono scavate numerosissime ca­vità, gli alveoli polmonari, ai quali arriva l’aria riscaldata, umidificata e filtrata che ha attraver­sato le vie aerifere. La parete degli alveoli è sottilissima, come pure quella dei capillari che for­mano la finissima rete perialveolare; ciò consen­te un rapido scambio di gas fra aria e sangue. I polmoni sono dunque gli organi in corrispon­denza dei quali ha luogo il passaggio di ossige­no dall’aria alveolare all’emoglobina contenuta nei globuli rossi che circolano nei capillari perialveolari; una via inversa, dal sangue all’aria, è seguita dall’anidride carbonica che viene eli­minata con l’aria espiratoria. In questo scambio gassoso consiste la funzione dell’ematosi. Le formazioni, attraversate dai gas che diffondono dal lume degli alveoli al sangue dei capillari al­veolari e viceversa, costituiscono la cosiddetta barriera aria/sangue.

Apparato respiratorio

Apparato respiratorio

Articolo creato il 23 novembre 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

I commenti sono chiusi.