Arteria toracica interna (o arteria mammaria interna)

L’arteria toracica interna (o arteria mammaria interna) nasce dalla prima porzione dell’arteria suc­clavia, discende in basso, die­tro all’estremità sternale delle prime sei cartila­gini costali e termina al 6° spazio intercostale dando le arterie muscolofrenica ed epigastrica superiore. Nel collo, decorre tra la cupola pleurica e la vena succlavia ed è incro­ciata obliquamente, in senso latero-mediale, dal nervo frenico. Nel torace, discende verticalmen­te dietro alle prime sei cartilagini costali e ai muscoli intercostali interni. Posteriormente ha rapporto con la pleura dalla quale, in basso, è separata dal muscolo trasverso del torace. È ac­compagnata da una catena di linfonodi e da due vene satelliti.

Rami collaterali dell’arteria toracica interna sono:
L’arteria pericardicofrenica, un vaso sottile che scende nel torace, assieme al nervo frenico, dinnanzi all’ilo pol­monare, fra pleura e pericardio, per raggiungere il dia­framma; dà rami al pericardio, alla pleura, alla parte anteriore del diaframma.
Le arterie mediastiniche anteriori, esili, che si distri­buiscono al tessuto areolare e ai linfonodi del mediasti­no anteriore, ai residui del timo e al pericardio.
I rami sternali per il muscolo trasverso del torace e la faccia posteriore dello sterno.
I rami intercostali anteriori, due per ognuno dei primi sei spazi intercostali, che nascono dall’arteria separatamente o con un breve tronco comune; si dirigono lateralmente lungo il margine superiore della costa sottostan­te e, rispettivamente, lungo il margine inferiore della costa soprastante e si anastomizzano con le arterie intercostali posteriori. Irrorano i mu­scoli intercostali e inviano rami ai muscoli pet­torali, alla mammella, alla cute.
I rami perforanti che attraversano i primi 5-6 spazi in­tercostali insieme con i corrispondenti rami cutanei an­teriori dei nervi intercostali. Si distribuiscono ai muscoli della parete toracica e alla cute. I rami perforanti del 2°, 3° e 4° spazio forniscono rami mammari, più volu­minosi nella femmina.

Rami terminali dell’arteria toracica interna sono:
L’arteria muscolofrenica che si di­rige in basso e in fuori decorrendo a livello delle inserzioni costali del diaframma, dietro le carti­lagini costali dalla 7a alla 10a, fino al 10° spa­zio intercostale. Fornisce, in ogni spazio, rami intercostali simili a quelli che provengono dal tronco della toracica interna e rami per il dia­framma e per i muscoli addominali.
L’arteria epigastrica superiore che discende nello spazio compreso fra le inserzioni costali e sternali del diaframma e penetra nella guaina del muscolo retto addominale; termina a livello dell’ombelico, anastomizzandosi con ra­mi dell’arteria epigastrica inferiore (ramo del­l’arteria iliaca esterna).
L’arteria toracica interna, attraverso l’arteria epigastrica superiore, collega il sistema dell’ar­teria succlavia e quello dell’arteria iliaca esterna.

Arteria toracica interna, arteria mammaria interna

Articolo creato il 9 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/arteria-toracica-interna-o-arteria-mammaria-interna/
Twitter