Arterie dello stomaco

Lo stomaco è un organo riccamente vascolarizzato. Le arterie che lo irrorano sono: l’arteria gastrica destra e l’arteria gastroepiploica destra, rami dell’arteria gastroepatica, e l’arteria gastroepiploica sinistra e le arterie gastriche brevi, rami dell’arteria lienale.

  • Le arterie gastriche destra e sinistra decorrono l’una verso l’altra lungo la piccola curvatura, in seno alla tela sottosierosa, e, anastomizzandosi a pieno canale, formano un’arcata.
  • Le arterie gastroepiploiche destra e sinistra si comportano come le precedenti ma lungo la grande curvatura.
  • Le arterie gastriche brevi si portano al fondo dello stomaco decorrendo nello spessore del legamento gastro-lienale.

Rami collaterali che originano dalle arcate arteriose della piccola e della grande curvatura decorrono sotto la tonaca sierosa sulle pareti anteriore e posteriore dello stomaco, perpendicolarmente all’asse maggiore dell’organo; da questi originano ramuscoli che attraversano la tonaca muscolare per portarsi nella sottomucosa dove formano un ricco plesso. Dalla rete sottomucosa traggono infine origine arteriole dirette alla tonaca muscolare e alla tonaca mucosa. Queste ultime, di tipo terminale, danno origine a reti capillari che sono disposte intorno ai corpi ghiandolari e giungono in contatto con l’epitelio di rivestimento, assumendo qui il carattere di sinusoidi.

Articolo creato il 15 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.