Calici renali

I calici renali, insieme alla pelvi (o bacinetto) renale, rappresentano la prima parte delle vie urinarie extrarenali tramite cui l’uri­na è trasportata dalle papille renali all’uretere.
I calici sono contenuti nel seno renale, circon­dati da tessuto adiposo e da rami di divisione dei vasi e dei nervi renali; essi raccolgono l’urina fuoriuscita dai dotti papillari. Si distinguono in calici minori e calici maggiori.
I calici minori, in numero di 8-12, sono rap­presentati da piccoli condotti (lunghi in media 1 cm) i quali, con un’estremità più slargata, si fissano alla base di una papilla renale (raramen­te di due papille) e con l’altra confluiscono nei calici maggiori. Questi ultimi sono molto varia­bili per forma e per dimensioni; nella maggior parte dei casi sono in numero di 3 (superiore, medio e inferiore) dei quali il superiore è obli­quo in basso e medialmente, il medio, più pic­colo degli altri, è orizzontale e l’inferiore è obli­quo in alto e medialmente. Essi per lo più si aprono separatamente nella pelvi renale; in certi casi il calice medio si riunisce con un altro calice (più frequentemente con l’inferiore) prima della sua terminazione nella pelvi. Talvolta i calici maggiori mancano e perciò i calici minori sboc­cano direttamente nella pelvi renale (pelvi ampollare); al contrario essi possono essere molto lunghi dando origine a un particolare tipo di pelvi renale (pelvi dendritica o ramificata).

Vasi e nervi dei calici renali I vasi sanguiferi e linfatici, come pure i nervi per i calici renali, derivano dai va­si e dai nervi del rene.

Calici renali

Calici renali maggiorni e minori

Articolo creato il 3 settembre 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.