Canali ionici

I canali ionici sono proteine integrali di membrana, formate da una oCanale ionico più subunità che creano un poro idrofilico transmembrana permeabile a ioni. Questi complessi non sono semplici fori della membrana, ma sono delle strutture specializzate in possesso di filtri per la specificità ionica e meccanismi di apertura e chiusura regolati in modo complesso.
I canal ionici possono essere classificati in base a:

  • Selettività (Na+, K+, Ca++, Cl, H2O).
  • Meccanismi di attivazione (voltaggio-dipendenti, ligando-dipendenti -o recettori-canale- e dipendenti da deformazione meccanica).
  • Cinetiche di attivazione (inattivazione, deattivazione).
  • Tipo di blocco (da ioni, da farmaci, da tossine).

L’intensità e la direzione del movimento ionico attraverso il canale sono generate dal gradiente elettrochimico: sodio, calcio e cloro tendono ad entrare nella cellula; il potassio tende ad uscire.

Un canale ionico si può trovare in tre stati:

  • Aperto: gli ioni lo attraversano.
  • Chiuso: gli ioni non lo attraversano.
  • Inattivo: presente solo per i canali del sodio, è uno stato in cui il canale è aperto ma gli ioni non lo attraversano.

Il passaggio da chiuso ad aperto è definito attivazione; il passaggio inverso, deattivazione.

Articolo creato il 4 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/canali-ionici/
Twitter
Precedente Rete venosa cutanea della parete antero-laterale del tronco Successivo Vasi e nervi dei bronchi