Cartilagine epiglottide

La cartilagine epiglottide, impari e mediana, è posta sCartilagine epiglottideopra la cartilagine tiroide, dietro all’osso ioide e forma lo scheletro di una piega rivestita di mucosa che separa la radice della lingua dalla cavità laringea. Ha la forma di una foglia ovalare, con il picciuolo unito, per mezzo di un legamento, alla faccia interna dell’angolo della cartilagine tiroide (legamento tiroepiglottico). Sul piano sagittale è incurvata a S; quando cioè viene vista dalla faccia posteriore si presenta convessa in alto e concava in basso. Allo stato di riposo (quando cioè il soggetto non parla né deglutisce) essa è diretta obliqua-mente dal basso all’alto e dall’avanti in dietro.
Nella cartilagine epiglottide si distinguono due facce e un contorno. La faccia anteriore è unita alla parte faringea della lingua dalle pliche glossoepiglottiche e, nella sua metà superiore, è libera e rivestita da una mucosa che fa seguito a quella della bocca, mentre nella sua metà inferiore è coperta dal tessuto adiposo che riempie lo spazio tiroioepiglottico. La faccia posteriore, rivolta verso la cavità della laringe, è rivestita dalla mucosa laringea; essa presenta nella sua metà inferiore il tubercolo epiglottico che continua nel picciuolo al quale prende attacco il legamento tiroepiglottico. Nel contorno della cartilagine epiglottide si descrivono un margine superiore (o base) e due margini laterali. Il margine superiore, convesso nell’insieme, con una lieve depressione al centro, continua con i margini laterali, dentellati, che, in basso, danno attacco alle pieghe ariepiglottiche.
Le superfici della cartilagine epiglottide sono cosparse di fossette dove si annidano le ghiandole della tonaca mucosa che le riveste.
L’epiglottide funziona come una valvola che si abbassa a chiudere l’adito alla laringe durante la deglutizione.
La cartilagine epiglottide è di tipo elastico.

Epiglottide

Articolo creato il 10 gennaio 2012.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

I commenti sono chiusi.