Classificazione dei recettori intracellulari

I recettori intracellulari appartengono ad una superfamiglia che si è evoluta da un unico gene; sono state identificate 6 classi recettoriali di cui 3 hanno una particolare importanza in farmacologia:

  • Classe I:
    • Recettori dell’acido retinico (RAR alfa, beta, gamma).
    • Recettori degli ormoni tiroidei (TR).
    • Recettori della vitamina D (VDR).
    • Recettori della proliferazione perossisomale (PPAR alfa, beta, gamma).
    • Recettori degli acidi biliari (FXR).
    • Recettori degli ossisteroli (LXR).
    • Recettori degli steroidi e i xenobiotici (SXR).
    • Recettore costitutivo per l’androstano (CAR).
  • Classe II:
    • Recettori dell’acido 9-cis-retinoico (RXR). Sono recettori per i quali non è stato identificato un ligando selettivo e per questo sono detti recettori orfani.
  • Classe III:
    • Recettori dei glucocorticoidi (GR).
    • Recettori dei mineralcorticoidi (MR).
    • Recettori degli steroidi, tra cui:
      • Recettori degli estrogeni (ER).
      • Recettore del progesterone (PR).
      • Recettori degli androgeni (AR).
    • Recettori orfani correlati a quelli per gli estrogeni (ERR).

Articolo creato il 28 settembre 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/classificazione-dei-recettori-intracellulari/
Twitter