Compartimento emopoietico

Il compartimento emopoietico interposto tra i seni vascolari e contenuto nelle maglie del reticolo è costituito, nel midollo emopoietico (o rosso), dai precursori e dalle forme mature delle 5 serie emopoietiche (eritrocitaria, granulocitaria, Cellule nucleate del midollo osseo rossomegacariocitaria, monocitaria, linfocitaria), nonché dalle cellule progenitrici staminali. Sono anche presenti i comuni elementi del tessuto connettivo, cioè mastociti, macrofagi, plasmacellule, adipociti, ecc..
L’emopoiesi nel midollo è quasi interamente extravascolare ed in condizioni di normalità solo le forme mature delle cellule ematiche hanno accesso al circolo sanguigno attraverso la parete discontinua dei sinusoidi. Tuttavia spesso sono riscontrabili nel lume dei seni eritroblasti e mielociti; è quindi possibile che anche in condizioni normali le tappe finali del processo maturativo possano avvenire nell’interno dei vasi.
I processi che determinano il passaggio attraverso la parete vascolare variano per i diversi tipi cellulari. I megacariociti sono sempre disposti a ridosso dell’avventizia dei sinusoidi che, in corrispondenza della zona di contatto con tali cellule, presentano una piccola apertura nella loro parete. Attraverso tale fessura la piastrine sono riversate nel circolo sanguigno, o singolarmente o raccolte in gruppi che successivamente si disgregano.
Anche gli eritrociti maturano a ridosso dei sinusoidi e possono così facilmente attraversarne la parete, non appena è espulso il nucleo.
I granulociti, i monociti ed i linfociti sono prodotti in nidi cellulari lontani dai seni vascolari; non appena terminano il processo maturativo acquistano motilità e possono così raggiungere i sinusoidi. Nel midollo si possono riscontrare scarsi noduli linfatici che, invece, sono più frequentemente distribuiti tra le altre cellule emopoietiche senza organizzazione in noduli. Essi costituiscono circa il 10% delle cellule nucleate del midollo.

Cellule nucleate

Articolo creato il  5 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/compartimento-emopoietico/
Twitter