Condrociti (o condroblasti o cellule cartilaginee)

I condrociti (o condroblasti o cellule cartilaginee) sono accolti in spazi scavati nella sostanza intercellulare denominati lacune. Le lacune possono contenere uno solo o più condrociti. Nella parte centrale della cartilagine le cellule sono distribuite in gruppi, detti gruppi isogeni, ciascuno dei quali rappresenta la progenie di una cellula parentale, prodotta nel corso dell’accrescimento interstiziale. Le cellule sono sferiche od ovoidali. Verso la periferia della cartilagine, gli elementi diventano progressivamente appiattiti e perdono la loro distribuzione in gruppi.
Nella cartilagine di coniugazione delle ossa lunghe, i solchi di segmentazione delle successive divisioni cellulari si formano secondo piani tra loro paralleli e perpendicolari all’asse maggiore dell’osso, di modo che i condrociti appaiono disposti in lunghe colonne parallele; questa regione dell’osso costituisce la cosiddetta zona della cartilagine seriata che è successivamente invasa dall’osso in formazione.
I condrociti contengono un diplosoma, numerosi mitocondri, elementi di reticolo endoplasmatico granulare, ribosomi liberi (in cui sono sintetizzate le fibrille collagene) e un esteso complesso di Golgi; sono presenti anche quantità variabili di particelle di glicogeno. Alcuni vacuoli del complesso di Golgi contengono un materiale finemente granulare ed altri sono ripieni di granuli elettrondensi molto simili ai granuli della matrice e che si colorano con Rosso rutenio, un colorante dei glicosaminoglicani acidi; probabilmente, questo materiale presente nel complesso di Golgi è costituito da proteoglicani elaborati dai ribosomi e dal complesso di Golgi, in attesa di essere secreti all’esterno della cellula. Nel complesso di Golgi sono sintetizzati i carboidrati e vengono solforati i glicosaminoglicani che vanno a costituire la sostanza fondamentale amorfa
L’estensione del complesso di Golgi e del reticolo endoplasmatico granulare e la basofilia citoplasmatica aumentano nella cartilagine in accrescimento o in rigenerazione per ridursi nella fase di quiescenza.
Dopo essere stati avvolti dalla matrice da essi stessi sintetizzata, i condrociti continuano per tutto il periodo di accrescimento della cartilagine ad elaborare sostanza cartilaginea, sintetizzando e versando nella matrice i costituenti della sostanza intercellulare (proteoglicani, glicoproteine e collagene) e a dividersi (per accrescimento interstiziale).

condrociti, condroblasti, cellule cartilaginee

Articolo creato il 3 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/condrociti-o-condroblasti-o-cellule-cartilaginee/
Twitter
Precedente Labirinto membranoso Successivo Maltrattamenti in famiglia o su minori