Configurazione interna della faringe

La superficie interna della faringe, in corri­spondenza della parete anteriore, si presenta irregolarmente pieghettata. Di lato ai rilievi pro­dotti dalle cartilagini aritenoidi e dalla cricoide si trovano due docce, larghe profonde in alto, che si vanno restringendo verso il basso: sono i recessi piriformi. Nel fondo di cia­scun recesso piriforme si può vedere un rilievo della mucosa, la piega del nervo laringeo supe­riore che è determinata appunto dal rapporto con questo nervo e decorre in basso e in dentro.
La parete posteriore della faringe presenta alcu­ni piccoli rilievi dovuti alla presenza di ghiando­le.
Sulle pareti laterali, all’altezza delle estremi­tà posteriori dei cornetti nasali inferiori e 7 mm al di dietro di questi, si trovano gli orifizi farin­gei delle tube uditive. Ciascun orifizio ha forma triangolare con la base inferiore e l’apice volto in alto e risulta delimitato da un labbro anterio­re e da un labbro posteriore.

  • Il labbro posterio­re dell’orifizio tubarico, più sporgente per la presenza della cartilagi­ne tubarica, è anche denominato torus tubarius. In corrispondenza del limite inferiore dell’orifi­zio, la mucosa si fa sporgente per la presenza del sottostante muscolo elevatore del palato molle.
  • Il labbro anteriore dell’orifizio tubarico prosegue in basso nella piega salpingopalatina che raggiunge la faccia posteriore del palato molle; il labbro posteriore continua in basso nella piega salpingofaringea che scende per va­rio tratto nella parete laterale della faringe. So­pra l’orifizio tubarico si trova una depressione, la fossetta sovratubarica, e un’altra infossatura, il recesso faringeo (o fossetta di Rosenmuller), è situata al di dietro dello sbocco della tuba.

Sulle pareti laterali della faringe sono inoltre visibili, dall’interno, le sporgenze date dai grandi corni dell’osso ioide e dai corni superiori della cartila­gine tiroide.
Profondamente, nel contorno dell’orifizio tu­barico, si trovano accumuli di tessuto linfoide che, nell’insieme, formano la tonsilla tubarica, che fa parte dell’anello linfatico di Waldeyer.
La volta della faringe presenta una superficie interna concava nella quale sporge la tonsilla faringea che può estendersi anche più o meno all’indietro, nella parete posteriore.
La tonsilla faringea è formata da un insieme di pieghe, in genere raggiate dall’indietro in avanti, divise da solchi. Uno di questi solchi, mediano, può tal­volta immettere entro una piccola tasca denomi­nata borsa faringea. Le pieghe e i solchi della tonsilla, assai accentuati nell’infanzia, si ridu­cono poi progressivamente, così che nell’adulto, a livello della volta si può reperire la sola borsa faringea e la superficie si presenta del tutto li­scia. Nessun limite è visibile alla superficie in­terna, nel punto di passaggio tra faringe ed eso­fago.

Configurazione interna della faringe

Articolo creato il 14 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/configurazione-interna-della-faringe/
Twitter
Precedente Vestibolo della vagina Successivo Membrana otturatoria e benderella sottopubica