Curve dose-effetto

La dose è il più importante tra i fattori che possono influenzare e condizionare la natura, il segno, l’intensità, la durata, la latenza, la costanza e la reversibilità dell’azione farmacologica. Il rapporto dose-effetto di un farmaco si basa su due leggi:

  • La prima riguarda il tipo d’azione e afferma che, in generale, col crescere della dose compare dapprima, alle dosi più basse, un effetto di tipo stimolante e poi, alle dosi più alte, un effetto inibente.
  • La seconda legge afferma che, al crescere della dose corrisponde anche l’aumento dell’intensità, della durata e della frequenza dell’effetto farmacologico, ma con andamento diverso, mentre il tempo di latenza di riduce (il tempo di latenza è il tempo che trascorre dalla somministrazione all’inizio dell’azione farmacologica).

Considerando un sistema di assi cartesiani con la dose in ascisse e l’intensità, la durata o la frequenza d’azione in ordinata, si hanno tre possibili andamenti della relazione dose-effetto, graficamente caratterizzati da particolari curve dose-effetto.

  • L’andamento più frequente è quello a S italica; esso prevede l’esistenza di una prima serie di dosi per le quali ad aumenti anche elevati corrisponde solo un aumento relativamente piccolo dell’effetto. A questa prima serie segue una seconda parte della curva in cui a incrementi anche minimi della dose fanno seguito grandi aumenti dell’effetto. La parte conclusiva della curva è simile alla prima parte in cui a grandi aumenti della dose corrispondono piccoli aumenti, progressivamente decrescenti, dell’effetto.
  • L’andamento parabolico è meno frequente del precedente e prevede l’esistenza di una prima serie di dosi per le quali ad aumenti anche piccoli corrispondono grandi aumenti dell’effetto. Segue una seconda serie nella quale, anche per grandi aumenti di dose, si hanno aumenti sempre più piccoli dell’effetto farmacologico.
  • L’andamento rettilineo, più raro, è caratterizzato da un aumento continuo dell’effetto farmacologico all’aumentare della dose assunta.

Curve dose-effetto

Articolo creato l’11 agosto 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/curve-dose-effetto/
Twitter
Precedente Metodi di Cajal e di Hortega Successivo Osso scafoide (o navicolare) tarsale