Differenze tra le cellule muscolari cardiache

Le cellule atriali e ventricolari diversificano tra loro per alcune caratteristiche.

  • Le cellule atriali sono più piccole di diametro delle cellule ventricolari; questa caratteristica si correla al minore lavoro compiuto dall’atrio per vincere una resistenza di gran lunga inferiore a quella incontrata dal ventricolo.
  • Le cellule atriali presentano inoltre un sistema di tubuli T molto poco sviluppato ed una maggiore frequenza di giunzioni comunicanti (o gap junctions o nexus). Probabilmente per questo motivo la conduzione dell’impulso contrattile è più veloce tra le cellule atriali che tra quelle ventricolari.
  • Anche la miosina presenta differenze tra le cellule atriali e quelle ventricolari. La catena pesante della miosina atriale è diversa da quella ventricolare e quest’ultima è uguale a quella presente nelle fibre di Purkinje. Queste tre catene diversificano inoltre per il contenuto di catene leggere. Infatti, l’atrio e il ventricolo presentano due catene leggere (LC1 e LC2) che diversificano entrambe in isoforme atriali e ventricolari; inoltre la fibra di Purkinje ha catene leggere di entrambi i tipi.
  • Le cellule atriali presentano, nel sarcoplasma i poli del nucleo, dei granuli sferici contenenti del materiale omogeneo e denso agli elettroni. I granuli, che sono avvolti da membrana, hanno un diametro di 0,3-0,4 µm e sono generalmente associati all’apparato di Golgi. Tali granuli contengono il peptide natriouretico atriale (o atriopeptina o cardionatrina), un polipeptide che svolge una funzione endocrina importante per il mantenimento dell’equilibrio idro-salino, quindi per la regolazione della pressione arteriosa.

Articolo creato l’8 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/differenze-tra-le-cellule-muscolari-cardiache/
Twitter