Epitelio pavimentoso pluristratificato

L’epitelio pavimentoso pluristratificato è costituito da molti strati di cellule di varia forma. Lo strato profondo, che poggia sulla membrana basale, è composto da cellule cubiche o cilindriche; seguono verso la superficie uno o più strati di cellule con contorni irregolarmente poliedrici ed infine strati di elementi appiattiti, di aspetto squamoso.Epitelio pavimentoso pluristratificato
Le cellule dello strato profondo hanno un’intensa attività metabolica e proliferativa e si distinguono da quelle più superficiali che sono relativamente inerti metabolicamente. Questo avviene perché il tessuto epiteliale è privo di vasi sanguigni ed è nutrito per diffusione dai capillari presenti negli strati connettivali sottostanti; di conseguenza gli strati superficiali che sono lontani dalla rete capillare sono scarsamente nutriti e tendono perciò ad appiattirsi ed a ridurre la loro attività metabolica perdendo la capacità proliferativa. Nelle regioni esposte all’aria (come la cute), le cellule superficiali perdono i nuclei e si trasformano in squame cornificate di cellule morte; in questo caso si parla di epitelio pavimentoso stratificato corneificato o cheratinizzato. Nelle regioni bagnate da liquidi (bocca, cornea, esofago, vagina), le cellule epiteliali superficiali non perdono i nuclei e sono vive; in questo caso si parla di epitelio pavimentoso stratificato non corneificato o non cheratinizzato.

Epitelio pavimentoso pluristratificato cheratinizzato

Epitelio pavimentoso pluristratificato cheratinizzato

Epitelio pavimentoso pluristratificato non cheratinizzato

Epitelio pavimentoso pluristratificato non cheratinizzato

Articolo creato il 27 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/epitelio-pavimentoso-pluristratificato/
Twitter
Precedente Ormone follicolo-stimolante (FSH) Successivo Configurazione interna dell'uretra maschile