Fenomeni cadaverici consecutivi

I fenomeni cadaverici consecutivi sono quei processi che danno la certezza della morte, in quanto la loro com­parsa e la loro evoluzione conseguono alla cessazione delle funzioni vitali. Quelli più semplicemente rilevabili, che costituiscono la base anche per la determinazione dell’epoca della morte, sono: ipostasi, rigor mortis e decremento termico. Sono rilevabili anche altri processi, quali la disidratazione tegumentaria, ma non si dispone di elementi per una classificazione, mentre altri processi, quali l’acidificazione dei tessuti o le alterazioni dell’umor vitreo hanno valo­re solo come dati acquisiti a fini scientifici.

Articolo creato il 6 gennaio 2014.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/fenomeni-cadaverici-consecutivi/
Twitter
Precedente Vena emiazigos accessoria Successivo Sopralluogo medico-legale