Giunzioni aderenti

Le giunzioni aderenti congiungono le cellule di alcuni tessuti, come quelle del muscolo cardiaco e delle membrane che avvolgono gli organi e che rivestono le cavità corporee.
Come nel caso dei desmosomi, anche nelle giunzioni aderenti la regione sottostante la membrana plasmatica è ispessita e dà origine ad una placca (o piastra di attacco). Tuttavia, le placche delle giunzioni aderenti non hanno l’aspetto di uno strato denso e compatto come le placche dei desmosomi, ma piuttosto quello di un reticolo a struttura irregolare. Le fibre di ancoraggio che si dipartono dalle placche verso il citoplasma sottostante sono filamenti di actina. Gli spazi extracellulari presentano filamenti al limite del visibile. La giunzione aderente può essere a forma di bottone o a forma di cintura che circonda completamente la cellula.
La presenza di microfilamenti nelle giunzioni aderenti indica che queste giunzioni, oltre alle funzioni adesive, in alcune cellule possono far parte dei sistemi a base di actina responsabili della motilità. Le connessioni extracellulari che uniscono le membrane in corrispondenza della regione coinvolta in una giunzione aderente, come quelle dei desmosomi, sono Ca++-dipendenti; una forte riduzione della concentrazione extracellulare di calcio causa rottura delle connessioni.
Le giunzioni aderenti possono presentarsi in una forma “dimezzata”; queste strutture sono presenti sulla membrana plasmatica di cellule che entrano in contatto con strutture extracellulari.
Le giunzioni aderenti sono costituite da proteine transmembrana che fanno parte della famiglia delle caderine, come la E-caderina. Le porzioni di tali caderine che si estendono all’esterno della membrana plasmatica formano l’adesione cellula-cellula che tiene unite le giunzioni aderenti. I segmenti citoplasmatici di queste molecole contribuiscono alla formazione delle placche e all’organizzazione di un gruppo di proteine nella regione delle placche che include l’α-actinina, la placoglobina, le catenine e la vinculina. Alcune proteine delle placche, incluse l’α-actinina e la vinculina, promuovono legami tra le placche ed i microfilamenti di actina. Alcune giunzioni aderenti, mediante le integrine, formano legami con la matrice extracellulare.
Le giunzioni aderenti degli strati cellulari delle cavità corporee, quali il tratto digestivo, spesso sono accoppiate a desmosomi e giunzioni strette. Le giunzioni aderenti legano anche le cellule muscolari del tessuto cardiaco. In queste cellule, i microfilamenti di actina delle giunzioni presentano una continuità con i microfilamenti interni delle cellule muscolari cardiache, responsabili delle contrazioni cellulari che producono il battito cardiaco.

Giunzioni aderenti

Articolo creato il 25 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/giunzioni-aderenti/
Twitter