Glicolipidi di membrana

Alcuni glicolipidi di membrana sono costruiti su uno scheletro di glicerolo, con catene di acidi grassi legate agli atomi di carbonio 1- e 2-, come nel caso dei fosfogliceridi. Il gruppo glucidico dei glicolipidi, invece, è legato direttamente all’atomo di carbonio residuo. Il gruppo glucidico è rivolto verso l’esterno della superficie cellulare.
Sebbene i glicolipidi a base di glicerolo si trovino nelle cellule animali, i principali glicolipidi animali sono costituiti dagli sfingolipidi che sono costruiti su un’impalcatura di sfingosina che consiste in un residuo aminoacidico, la serina, associato ad una catena di acido grasso. Il residuo di serina ha due siti aggiuntivi di reazione: uno amminico (-NH2) ed uno ossidrilico (-OH). Negli sfingolipidi il gruppo amminico lega una seconda catena di acido grasso, il gruppo ossidrilico può essere libero come nei cerammidi, o legato per mezzo di un gruppo fosfato ad uno degli stessi alcoli polari presenti nei fosfogliceridi, come nella sfingomielina, uno sfingolipide contenente fosfato e la colina come alcol polare. L’ossidrile può anche legarsi direttamente ad un carboidrato per formare un glicosfingolipide.
Le catene alifatiche apolari che si trovano ad un’estremità della molecola degli sfingolipidi o dei glicosfingolipidi conferiscono a questa estremità caratteristiche idrofobiche; i gruppi ossidrile e i diversi gruppi polari legati al carbonio in posizione 3-, invece, rendono l’altra estremità idrofila. Questi lipidi sono quindi molecole anfipatiche.
I glicosfingolipidi sono particolarmente abbondanti nella membrana plasmatica delle cellule nervose. I gruppi glucidici sono in grado di formare intrecci molto stabili di legami idrogeno che si estendono su tutta la superficie della membrana. Questi intrecci sono particolarmente sviluppati nella membrana plasmatica di cellule esposte a stress chimici o fisici; queste caratteristiche suggeriscono che una delle funzioni dei glicosfingolipidi sia la stabilizzazione delle membrane.

Articolo creato il 22 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/glicolipidi-di-membrana/
Twitter