Intestino cieco

L’intestino cieco ha forma irregolarmente emisferica, con il fondo volto in basso. Posto nella fossa iliaca destra può trovarsi però innal­zato, occupando allora la regione del fianco destro (cieco sottoepatico), o può discendere inve­ce nella piccola pelvi. In altri casi, più rari, di ectopia, il cieco può trovarsi nella regione om­belicale o nella fossa iliaca sinistra. Le diverse posizioni del cieco (e dell’appendice vermiforme che gli è connessa) risultano da un eccesso o, più frequentemente, da un difetto di migrazione dell’organo, che rappresenta un evento normale dello sviluppo. Situato dapprima nella fossa iliaca sinistra, il cieco risale, durante lo sviluppo prenatale, nell’ipocondrio sinistro, si sposta quindi nell’ipocondrio destro e discende infine nella fossa iliaca destra.
Il cieco si individua dal colon ascendente me­diante due solchi, anteriore e posteriore. Il sol­co anteriore, a leggera concavità inferiore, va dalla parte anteriore dell’estremità terminale dell’ileo alla tenia anteriore del crasso; il solco posteriore, obliquo dall’alto in basso e dall’in­terno all’esterno, si porta dalla faccia posteriore del tratto terminale dell’ileo alla tenia posterio­re del crasso. Internamente, il limite tra cieco e colon è dato da un piano passante per la valvola ileocecale. La parte più declive (fondo) del cieco si presenta liscia; per il resto, la parete si solleva in gibbosità. Sulla faccia mediale del cieco, al di sotto e al di dietro dello sbocco ileale, si trova l’orifizio che immette nell’appendice vermiforme.
Il cieco presenta un’altezza di 6-7 cm e un diametro di 5-7 cm.
Le tenie dell’intestino crasso iniziano nel cie­co, intorno all’attacco dell’appendice vermifor­me donde divergono per decorrere rispettivamente sulle facce anteriore, mediale e posterio­re. Si distinguono così in tenia anteriore, tenia mediale e tenia posteriore.
Il cieco è completamente rivestito dal perito­neo; non presenta perciò alcuna connessione con il peritoneo parietale che tappezza la fossa iliaca; il peritoneo viscerale posteriore, al limite tra cieco e colon ascendente, abbandona la su­perficie intestinale per continuare nel peritoneo parietale.
Si considerano nel cieco quattro facce: ante­riore, posteriore, laterale e mediale. La faccia anteriore giunge a contatto con la parete addo­minale anteriore; in condizioni di vacuità del cieco, anse del tenue possono interporsi tra que­sto e la parete. La faccia posteriore, così come la faccia laterale è in rapporto con il peritoneo
parietale che tappezza la fossa iliaca. Al di sotto del peritoneo si trova la fascia iliaca che ricopre il muscolo omonimo. La faccia mediale è in rapporto con il muscolo psoas, con i vasi iliaci esterni e con anse dell’intestino tenue mesenteriale. Nella parte superiore della faccia mediale si trova lo sbocco dell’ileo, in corrispondenza del quale è situata la valvola ileocecale.

Intestino cieco

Articolo creato il 15 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento:vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/intestino-cieco/
Twitter
Precedente Fattori che influenzano l'azione farmacologica Successivo Parametri farmacocinetici