Manicotto (o collare) periostale

Contemporaneamente alle modificazioni della diafisi, e prima che inizi la calcificazione della cartilagine, il pericondrio assume una funzione osteogenica. Alcune cellule dello strato profondo del pericondrio si differenziano in cellule osteoprogenitrici e queste in osteoblasti che depositano attorno alla parte media della diafisi un sottile strato perforato di tessuto osseo, denominato manicotto (o collare) periostale. Quest’ultimo si forma per ossificazione membranosa e diventa progressivamente più spesso via via che l’ossificazione procede.
La membrana fibrocellulare che circonda il segmento scheletrivo diventa da questo momento nella regione di ossificazione, cioè nella parte media della diafisi, periostio. Per tutta la durata dello sviluppo fetale e postnatale, questo tratto di periostio e quello che riveste la restante parte dell’osso in formazione continuano a deporre per apposizione nuovi strati di osso membranoso provvedendo all’accrescimento in spessore delle ossa lunghe.
L’osso compatto che costituisce la diafisi delle ossa lunghe si forma quasi esclusivamente per ossificazione intramembranosa periostale (osso periostale); l’osso di origine endocondrale nella diafisi è invece quasi completamente riassorbito via via che la cavità midollare centrale si accresce in larghezze ed in lunghezza.

Articolo creato il 4 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/manicotto-o-collare-periostale/
Twitter