Muscoli del rachide

I muscoli del rachide si distinguono in intrinseci ed estrinseci. I muscoli intrinseci del rachide, cioè che hanno origine e terminazione sulla colonna vertebrale, sono considerati muscoli propri del rachide. Per la maggior parte, questi muscoli sono situati dorsalmente alla colonna, immediatamente a ridosso dello scheletro e vengono denominati muscoli delle docce vertebrali (o muscoli spinodorsali o muscoli erettori della colonna vertebrale). Essi costituiscono lo strato profondo dei muscoli del dorso e sono ricoperti, dalla profondità verso la superficie, da due altri strati muscolari, i muscoli spinocostali e i muscoli spinoappendicolari.
Un gruppo particolare dei muscoli delle docce vertebrali è dato dai muscoli suboccipitali che hanno origine dalla colonna vertebrale e terminano sul cranio.
Altri muscoli intrinseci del rachide sono rappresentati dai muscoli prevertebrali del tratto cervicale della colonna vertebrale e dai rudimentali muscoli sacro-coccigei.
Nel rachide è più opportuno morfologicamente e biomeccaniamente visualizzare i muscoli, da origine ad inserzione, dall’alto verso il basso. È ragionevole affermare che questo punto di vista può essere applicato anche ai muscoli cervicali e toracici.

Articolo creato il 22 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/muscoli-del-rachide/
Twitter