Muscoli dell’avambraccio

I muscoli dell’avambraccio si distinguono in anteriori, laterali e posteriori.

  • I muscoli anteriori dell’avambraccio sono otto e si dispongono in quat­tro strati sovrapposti.
    • Lo strato superficiale è formato dai muscoli epitrocleari, così denomi­nati perché traggono origine dall’epitroclea; essi sono:
      • Muscolo pronatore rotondo.
      • Muscolo flessore radiale del carpo.
      • Muscolo palmare lungo.
      • Muscolo flessore ulnare del carpo.
    • Il secondo strato è formato dal muscolo flessore superficiale delle dita della mano.
    • Al terzo strato appartengono:
      • Muscolo flessore profondo delle dita della mano.
      • Muscolo flessore lungo del pollice.
    • Nel quarto strato, il più profondo, si trova il muscolo pronatore quadrato.
  • I muscoli laterali dell’avambraccio sono:
    • Muscolo brachioradiale.
    • Muscolo estensore radiale lungo del carpo.
    • Muscolo estensore radiale bre­ve del carpo.
  • I muscoli posteriori dell’avambraccio sono nove muscoli e si riuniscono in due stra­ti di cui uno superficiale e uno profondo.
    • I muscoli superficiali hanno tutti origine dall’epicondilo e vengono denominati perciò muscoli epicondiloidei; essi sono:
      • Muscolo estensore comune delle dita della mano.
      • Muscolo estensore proprio del mignolo.
      • Muscolo estensore ulnare del carpo.
      • Muscolo anconeo.
    • I muscoli profondi sono:
      • Muscolo supinatore.
      • Muscolo abduttore lungo del pollice.
      • Muscolo estensore breve del pollice.
      • Muscolo esten­sore lungo del pollice.
      • Muscolo estensore proprio dell’indice.

Articolo creato il 12 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/muscoli-dellavambraccio/
Twitter