Muscolo sartorio

Il muscolo sartorio è un muscolo anteriore della coscia innervato dal nervo femorale (L2-L3). Con la sua azio­ne flette la gamba sulla coscia e la coscia sul ba­cino, abduce e ruota all’esterno la coscia.
Occupa una posizione superficiale e si presenta come un muscolo al­lungato e nastriforme che attraversa obliqua­mente la faccia anteriore della coscia, dall’alto in basso e dall’esterno all’interno. Origina dalla spina iliaca anteriore superiore e dalla parte più alta dell’incisura sottostante e, attraversata la faccia anteriore della coscia, giunge in basso, sul lato mediale del ginocchio, dove termina inserendosi all’estremità superiore della faccia mediale della tibia. L’inserzione av­viene tramite un tendine slargato che è comune anche ai muscoli gracile e semitendinoso e pren­de il nome di zampa d’oca.
Il muscolo è conte­nuto in uno sdoppiamento della fascia femora­le. La sua faccia anteriore è superficiale; con quella profonda esso incrocia il muscolo retto del femore e il muscolo ileopsoas, oltre all’arteria femorale di cui il sartorio viene considerato il muscolo satellite. Incrociando il muscolo adduttore lungo, chiude in basso il triangolo femorale (di Scarpa). Pri­ma di raggiungere la regione del ginocchio il sartorio ricopre il canale degli adduttori.

Il triangolo femorale (di Scarpa), situato nel­la regione antero-superiore della coscia, è limita­to in alto dal legamento inguinale, lateralmente dal muscolo sartorio e medialmente dal musco­lo adduttore lungo.Al triangolo corrisponde una fossa piramidale la cui base, ri­volta in alto, è formata dalla lacuna dei vasi, la faccia superficiale dalla fascia lata,le facce profonde dai muscoli ileopsoas lateralmente e pettineo medialmente; l’apice, in­feriore, è dato dall’incontro del muscolo sartorio con il muscolo adduttore lungo e si prolunga in un solco situato tra il muscolo vasto mediale e i muscoli adduttori. In questa fossa decorrono il nervo e i vasi femorali e sono contenuti i lin­fonodi inguinali profondi.

Il canale degli adduttori (di Hunter) è un tragitto muscolo-membranoso situa­to nella parte infero-mediale della coscia; dà passaggio ai vasi femorali e al nervo safeno. Medialmente esso è formato dal muscolo gran­de adduttore e lateralmente dal muscolo vasto mediale; in superficie è chiuso da una lamina fibrosa che passa a ponte fra i due muscoli suddetti (fascia vastoadduttoria).

Muscolo sartorio

Articolo creato il 19 aprile 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/muscolo-sartorio/
Twitter
Precedente Epitelio cilindrico semplice (o batiprismatico) Successivo Arteria circonflessa mediale del femore
  • giuseppe

    Per un movimento accidentale hoh rotto i 3 legamenti del quadriciprde , sto intervenendo col metodo PRP , ma se il muscolo va in necrosi tutto cio non e superfluo?…..

    • Salve,
      non capisco perché correla un’eventuale necrosi muscolare col metodo PRP. Ci sono condizioni predisponenti la necrosi?