Neuromeri

Tenendo conto dei rapporti tra nervi spinali e vertebre corrispondenti, il midollo spinale viene diviso in un tratto cervicale, uno toracico, uno lombare, uno sacrale ed uno coccigeo. Ogni tratto si compone di diversi segmenti (o neuromeri) che corrispondono all’emergenza bilaterale di una coppia di radici motrici e alla penetrazione di una coppia di radici sensitive con i gangli annessi. Questi segmenti vengono indicati con l’iniziale maiuscola del tratto cui appartengono. Si distinguono pertanto 8 neuromeri cervicali (indicati con notazione progressiva da C1 a C8), 12 neuromeri toracici (da T1 a T12), 5 neuromeri lombari (da L1 a L5), 5 neuromeri sacrali (da S1 a S5) e 3-4 neuromeri coccigei (da Co1 a Co3-4); di queste ultime paia, il 2° e 3° paio sono rudimentali e sono contenuti nel legamento coccigeo, assieme al filamento terminale.
I neuromeri ricevono attraverso le radici posteriori gli stimoli provenienti da determinati territori periferici del corpo cui, a loro volta, inviano impulsi motori attraverso le radici anteriori. Essi costituiscono, in tal modo, la sede dei riflessi nervosi segmentali che si svolgono avendo come centro un metamero midollare cui corrispondono metameri periferici per le aree sensoriali cutanee (dermatomeri o dermatomi) e per quelle effettrici muscolari (miomeri). Si tratta dei più semplici archi riflessi orizzontali.

Neuromeri

Dermatomeri o dermatomi

Articolo creato il 28 marzo 2012.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/neuromeri/
Twitter