Neuroni multipolari, bipolari, unipolari e pseudounipolari

I neuroni possono essere distinti in:

  • I neuroni multipolari rappresentano la maggior parte delle cellule nervose. Sono così chiamati perché hanno molti dendriti che emergono in vari punti dal corpo cellulare ed un unico assone. Tipici neuroni multipolari sono i neuroni stellati (che comprendono le cellule radicolari motrici della sostanza grigia ventrale del midollo spinale e dei nuclei motori dell’encefalo) e le cellule piramidali della corteccia cerebrale.
  • I neuroni bipolari hanno un solo dendrite ed un assone che si staccano dai poli opposti del pirenoforo. Tipici neuroni bipolari si trovano nella retina, nel ganglio vestibolare di Scarpa, nel ganglio cocleare e nell’epitelio della mucosa olfattiva.
  • I neuroni unipolari, provvisti del solo assone, sono molto rari; in questi neuroni il corpo cellulare è l’unico sito di ricezione degli stimoli.
  • Una categoria a sé è costituita dalle cellule sensitive dei gangli cerebro-spinali: sono i neuroni pseudounipolari. Nell’embrione questi neuroni sono inizialmente bipolari; nel corso dello sviluppo, però, i due prolungamenti si fondono tra loro per formare un solo prolungamento che ben presto si divide a T in un ramo diretto alla periferia dove riceve gli stimoli sensitivi ed in un ramo che decorre in una radice dorsale (o sensitiva) di un nervo spinale per terminare nel sistema nervoso centrale. Sia il ramo periferico che quello centrale hanno i caratteri morfologici tipici dell’assone e sono rivestiti di guaina mielinica.
Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/neuroni-multipolari-bipolari-unipolari-e-pseudounipolari/
Twitter
Precedente Struttura del fegato Successivo Articolazioni intercarpiche