Osso capitato

L’osso capitato è l’osso più voluminoso del carpo e si trova tra l’osso trapezoide e l’osso uncinato. Presenta una parte prossimale arrotondata, la testa, che penetra in un’insenatura delimitata dall’osso scafoide (o navicolare) e dall’osso semilunare ed è congiunta al resto dell’osso tramite un collo ristretto. Vi si descrivono sei facce, di cui quattro articolari.
La faccia prossimale, convessa, si articola con l’osso semilunare.
La faccia distale è suddivisa in due parti che si mettono in rapporto articolare rispettivamente con il 3° e con parte del 4° osso metacarpale.
La faccia mediale si articola con l’osso uncinato.
Sulla faccia laterale si distinguono tre faccette articolari di cui una superiore per l’osso scafoide (o navicolare), una media per l’osso trapezoide ed una inferiore, ristretta, per la base del 2° osso metacarpale.
Le facce volare e dorsale presentano, in corrispondenza del collo, un accentuato solco trasversale.

Osso capitato

Osso capitato del carpo

Articolo creato il 26 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/osso-capitato/
Twitter
Precedente Edetato sodico calcico Successivo Trasportatore sodio-potassio-cloro