Osso etmoide

L’osso etmoide, posto al davanti dell’osso sfenoide, al di sotto e al di dietro dell’osso frontale, entra in piccola parte nella costituzione della fossa cranica anteriore mentre più ampiamente delimita le cavità orbitarie e quelle nasali.

È formato da una lamina sagittale mediana, incrociata perpendicolarmente, in vicinanza della sua estremità superiore, da una lamina orizzontale e inoltre da due masse laterali che appaiono come appese alle estremità laterali della lamina orizzontale.

  • La lamina orizzontale è definita cribrosa in quanto attraversata da numerosi forellini per i quali passano i filamenti del nervo olfattivo. Si trova incastrata nell’incisura etmoidale del frontale e presenta una faccia superiore ed una inferiore. La superiore fa parte della fossa cranica anteriore ed è depressa nelle due docce olfattive che accolgono i bulbi olfattivi; l’inferiore forma il tetto delle cavità nasali. La lamina cribrosa è sormontata sagittalmente da un’apofisi denominata crista galli che rappresenta la parte superiore della lamina sagittale dell’etmoide. La crista galli dà attacco all’apice della grande falce encefalica; anteriormente si mette in rapporto con l’osso frontale mediante due espansioni, i processi alari, che completano il foro cieco dell’osso frontale stesso.
     
  • La parte della lamina sagittale che si trova al di sotto della lamina cribrosa prende il nome di lamina perpendicolare ed entra nella costituzione del setto che divide le due cavità nasali di cui forma la parte superiore, essendo la parte inferiore costituita dal vomere. Queste due parti (vomere e lamina perpendicolare) si congiungono in dietro mentre, in avanti, delimitano un’incisura triangolare in cui si pone la cartilagine del setto. La lamina perpendicolare ha forma pentagonale. Dei suoi 5 margini, quello superiore rappresenta la linea di distacco dalla lamina cribrosa, quello antero-superiore si unisce alla spina nasale dell’osso frontale e alla linea d’incontro delle due ossa nasali; quello antero-inferiore è connesso alla cartilagine del setto, quello inferiore è articolato con il vomere, mentre quello posteriore si articola con la cresta che si trova sulla faccia inferiore del corpo dello sfenoide.
     
  • Le masse laterali sono denominate anche labirinti etmoidali e risultano interposte fra le cavità nasali e le cavità orbitarie. Hanno la forma di due parallelepipedi con il maggior asse sagittale. Si trovano davanti allo sfenoide, dietro al processo frontale dell’osso mascellare e all’osso lacrimale, al di sotto della parte nasale dell’osso frontale e al di sopra del corpo dell’osso mascellare e della parte perpendicolare dell’osso palatino. Hanno una costituzione assai fragile in quanto risultano formate da lamine sottili che circoscrivono complessi sistemi di piccole cavità, le cellule etmoidali, che comunicano con le cavità nasali.
    Si distinguono in ciascun labirinto etmoidale 6 facce: superiore, inferiore, laterale, mediale, posteriore e anteriore.

    • La faccia superiore, prolungamento laterale della lamina cribrosa, si articola con la faccia nasale dell’osso frontale che ne completa le semicellette. Essa presenta due docce a direzione trasversale che, articolandosi con l’osso frontale, vengono trasformate nei canali etmoidali anteriore e posteriore, che lateralmente sboccano nelle cavità orbitarie mentre medialmente si aprono nella fossa cranica anteriore, a lato della lamina cribrosa.
    • La faccia inferiore si articola con la superficie nasale dell’osso mascellare che contribuisce a formare la parete laterale delle cavità nasali, al di sotto dell’etmoide.
    • La faccia laterale è quadrangolare e liscia; forma la maggior parte della parete mediale dell’orbita e si presenta come una lamina assottigliata che, per trasparenza, lascia vedere le cellule etmoidali; prende perciò il nome di lamina papiracea. La faccia laterale del labirinto etmoidale che delimita la parete mediale della cavità orbitaria si trova al di dietro dell’osso lacrimale, al davanti dello sfenoide, al di sopra dell’osso mascellare e del processo orbitario dell’osso palatino e al di sotto dell’osso frontale. In corrispondenza della sutura con il frontale si trovano i fori etmoidali anteriore e posteriore che rappresentano lo sbocco degli omonimi canali.
    • La faccia mediale del labirinto forma gran parte della parete laterale delle cavità nasali. Da essa si staccano due lamine ossee che si ripiegano su se stesse dirigendosi medialmente e in basso; sono i cornetti (o conche) superiori e medi che, insieme con la parete mediale del labirinto da cui si dipartono, delimitano i meati superiore e medio, rispettivamente. Il cornetto superiore è piccolo e occupa la parte postero-superiore della faccia mediale del labirinto. Il cornetto medio è più sviluppato e sporge maggiormente entro le cavità nasali; la sua estremità posteriore si porta più in dietro rispetto al cornetto superiore e si articola con la parte perpendicolare dell’osso palatino.
      • Il meato superiore è assai ridotto e riceve lo sbocco delle cellule etmoidali posteriori e dei seni sfenoidali.
      • Il meato medio è più ampio e risulta evidente dopo l’asportazione del cornetto medio. Iin tal modo si può osservare nel fondo del meato medio il processo uncinato che si distacca dall’estremità anteriore del labirinto e si porta in dietro e in basso articolandosi con il processo etmoidale del cornetto inferiore e restringendo l’ampio sbocco del seno mascellare nel meato medio. Dietro il processo uncinato si trova un rilievo a parete assottigliata, la bolla etmoidale. Tra queste due formazioni si trova la doccia semilunare che, risalendo il margine posteriore del processo uncinato, continua nell’infundibolo etmoidale, un tragitto che prosegue all’interno della parte anteriore del labirinto fino al seno frontale. Oltre al seno mascellare e al seno frontale, sboccano nel meato medio anche le cellule etmoidali anteriori.
    • La faccia posteriore del labirinto si articola con il corpo dello sfenoide e con il processo orbitario dell’osso palatino.
    • La faccia anteriore prende rapporto articolare con la faccia mediale dell’osso lacrimale e, insieme con l’estremità anteriore del cornetto medio, si estende fino al processo frontale dell’osso mascellare.

Immagini

Facce superiore, anteriore e posteriore dell'osso etmoideEtmoide

Indice
Anatomia
– Immagini
Lamina cribrosa
Lamina perpendicolare
Labirinti etmoidali

Articolo creato il 18 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.