Palato molle

Il palato molle fa seguito dietro al palato duro e si presenta come una lamina muscolare rivestita sulle due facce da mucosa. Ha la funzione di isolare il rinofaringe rispetto alla cavità orale durante la deglutizione; il ricco corredo muscolare lo rende molto mobile.
Il palato molle, quasi orizzontale nella sua porzione anteriore, si fa poi obliquo dall’alto in basso e dall’avanti in dietro. Presenta:

  • Una fac­cia inferiore (o buccale), liscia e concava che è per­corsa nel mezzo dal rafe del palato molle.
  • Una faccia superiore (o faringea), con la superficie irregolare per la presenza di piccoli rilievi, che pro­segue in avanti nel pavimento delle cavità nasa­li.
  • Un margine anteriore che continua nel palato duro.
  • Due margini laterali che si fissano alla la­mina mediale dei processi pterigoidei dello sfenoide e, al di sotto di questa, continuano nelle pareti laterali della faringe.
  • Un margine inferio­re (o libero) che delimita superiormente l’istmo delle fauci e presenta nel mezzo un’appendice appuntita lunga in media 1,5 cm, l’ugola palati­na che, a bocca chiusa, viene accolta in una de­pressione della radice della lingua, contribuen­do a isolare la cavità orale rispetto alla faringe. A partire dall’ugola, procedendo in direzione laterale, il margine libero si sdoppia da ciascun lato nei due archi palatini (glossopalatino e fa­ringopalatino) che delimitano in avanti e indie­tro le pareti laterali dell’istmo delle fauci.

Il palato molle è costituito dai seguenti muscoli: tensore del palato, elevatore del palato, muscolo dell’ugo­la, glossopalatino e faringopalatino. Tutti i mu­scoli del palato molle sono pari.

Palato molle

Articolo creato il 14 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/palato-molle/
Twitter