Rapporti della vescica urinaria

Per quanto riguarda i rapporti della vescica urinaria, si distinguono quelli della base, del corpo e dell’apice.

Nel maschio, anteriormente, la base della ve­scica urinaria poggia sulla faccia superiore della prostata alla quale aderisce intimamente. Subito al di dietro contrae rapporti con le vescichette semi­nali e con le ampolle dei canali deferenti che si trovano medialmente a queste e sono dirette in basso, in avanti e all’interno. Fra le due ampol­le rimane uno spazio triangolare ad apice infe­riore (trigono interseminale) in corrispondenza del quale la base della vescica è separata dall’ampolla rettale per la sola interposizione di una lamina fibrosa, la fascia rettovescicale. Il tratto inferiore dell’uretere, dopo avere incro­ciato da dietro il rispettivo canale deferente, s’insinua fra la vescichetta seminale omolaterale e la base della vescica dove trova il proprio sbocco.
Nella femmina, la base della vescica corrispon­de dall’avanti in dietro al terzo superiore della parete anteriore della vagina, al fornice vaginale anteriore e alla porzione sopravaginale del collo dell’utero. Fra la base vescicale e la vagina si for­ma un setto connettivale riccamente vascolarizzato, il setto vescicovaginale, nel quale, in alto, si pone il tratto terminale degli ureteri.

La faccia anteriore del corpo è in rapporto con la sinfisi pubica, con le branche superiori e inferiori del pube e, più lateralmente, con i muscoli ottura­tori interni, coperti dalla loro fascia. Fra questi piani osteomuscolari e la parete vescicale sono interposti i legamenti vescicali anteriori, il ples­so venoso pudendo e alcuni rami arteriosi pro­venienti dalle arterie otturatorie e pudende in­terne. A vescica distesa, la faccia anteriore sor­passa in alto la sinfisi pubica, ponendosi in rap­porto con la parete addominale anteriore trami­te l’interposizione dello spazio prevescicale. Più in alto, fra la parete addominale e la superficie vescicale, si costituisce il cavo peritoneale preve­scicale (o pubovescicale).
Le facce laterali, individuabili soltanto a ve­scica distesa, corrispondono alle pareti della piccola pelvi dalle quali sono separate, nella porzione superiore, dal cavo peritoneale laterovescicale. Nella porzione inferiore, priva di rive­stimento peritoneale, fra vescica e parete pelvi­ca (muscolo otturatorio interno rivestito dalla sua fascia e muscolo elevatore dell’ano ricoper­to dalla fascia pelvica parietale), è interposto tessuto adiposo (spazio perivescicale) contenen­te il plesso venoso vescicoprostatico nel maschio e vescicovaginale nella femmina. In questa sede le pareti laterali della vescica contraggono rap­porto con il legamento ombelicale laterale, con il canale deferente nel maschio e con il legamen­to rotondo dell’utero nella femmina.
La faccia posteriore, ricoperta dal peritoneo, è in rapporto nel maschio con le anse del tenue, che si spingono nel cavo rettovescicale, e con il colon pelvico; nella femmina, essa contrae rap­porto per quasi tutta la sua estensione con la faccia anteriore dell’utero, tramite l’interposi­zione del cavo uterovescicale.

L’apice della vescica, in corrispondenza del quale prende attacco il legamento ombelicale mediano, è coperto dal peritoneo e ha rapporto con le anse dell’intestino tenue.

Rapporti della vescica urinaria

Rapporti posteriori della vescica urinaria

Articolo creato il 3 settembre 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.