Recessi cecali

Tra i recessi cecali vanno ricordati quello ileocecale su­periore, quello ileocecale inferiore e quello retrocecale.
Il recesso ileocecale superiore si presenta, nell’adulto, di dimensioni piuttosto ridotte; esso ha per limiti, in avanti, la cosiddetta piega vascolare del cieco (che con­tiene i vasi per la giunzione ileocecale), in dietro il me­sentere, a sinistra il tratto terminale dell’ileo e a destra la giunzione ileocecale. La sua apertura guarda in basso e a sinistra.
Il recesso ileocecale inferiore, più ampio del prece­dente, si presenta anch’esso alquanto ridotto nell’adul­to. Esso ha per limiti, in avanti, la piega ileocecale, este­sa dall’ileo terminale al mesoappendice, in dietro la par­te superiore di quest’ultimo, in alto l’ileo con il mesen­tere, a destra il cieco.
Va ricordato inoltre il recesso retrocecale, aperto in basso e a sinistra, nel quale frequentemente si trova si­tuata l’appendice vermiforme. Tale recesso è posto (con estrema variabilità) al di dietro del cieco e ha per limiti in avanti il cieco stesso e talora la parte inferiore del co­lon ascendente, in dietro il peritoneo parietale e, sul lato destro, la piega cecale, che dal cieco raggiunge la parete posteriore della fossa iliaca destra.

Articolo creato il 21 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/recessi-cecali/
Twitter