Somatostatina

La somatostatina è un polipeptide a 40 ami­noacidi, originariamente isolato dall’ipotalamo. Inibisce la liberazione dell’ormone ipofisario della crescita (o somatotropina, GH) e blocca inoltre la libe­razione di insulina e glucagone da parte del pancreas endocrino. Tra gli altri effetti ha an­che quello di inibire la secrezione acida delle cellule delomorfe e la secrezione esocrina del pancreas. Oltre che nell’ipotalamo, la somato­statina è stata localizzata nei terminali di fibre nervose e nelle cellule D del sistema GEP. Que­ste sono presenti nella mucosa di tutto lo stoma­co, del duodeno e del digiuno, ma raggiungono la massima concentrazione nella mucosa pilorica e nelle isole pancreatiche. Le cellule D hanno granuli voluminosi (260-370 nm), debolmente osmiofili e argirofobi.

Articolo creato il 15 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/somatostatina-2/
Twitter