Specializzazioni della superficie libera

La superficie libera delle cellule degli epiteli cilindrici a funzione assorbente (ad esempio, dell’intestino o del tubulo prossimale del rene) presenta sottili propaggini cellulari di forma cilindrica denominate microvilli che corrispondono all’orletto a spazzola o orletto striato visibile col microscopio ottico. Ogni microvillo ha in media un diametro di 80 nm e, poiché una singola cellula può formarne alla sua superficie circa 2000, la superficie libera assorbente dell’epitelio risulta notevolmente aumentata. Il citoplasma all’interno dei microvilli contiene un fascio di microfilamenti actnici che decorrono longitudinalmente e si connettono alla base dei microvilli stessi con la trama terminale.
Le cellule epiteliali dell’epididimo e dei condotti deferenti sono ricoperte da sottili propaggini cellulari immobili, le stereociglia. In realtà sono microvilli molto lunghi e sottili, dall’andamento sinuoso, e intrecciati tra loro.
Le ciglia che ricoprono la superficie libera di molti tipi di epitelio sono strutture filamentose mobili con una complessa organizzazione interna adatta alla contrattilità. Si inseriscono nel citoplasma in un corpo basale o blefaroplasto che è strutturalmente identico ad un centriolo.

Microvilli

Articolo creato il 27 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/specializzazioni-della-superficie-libera/
Twitter