Sperimentazione

Dopo la sua preparazione, il farmaco viene sottoposto a sperimentazione, riconosciuta dal Ministero della Sanità, con lo scopo di valutare se la sostanza può determinare effetti terapeutici e per controllare l’eventuale presenza di effetti tossici.
La sperimentazione viene suddivisa in preclinica e clinica.
La sperimentazione preclinica viene adoperata verso animali da esperimento, per poter avere la garanzia che il prodotto non sia tossico e per osservare la sua reale efficacia funzionale. Effettuata questa sperimentazione, i risultati sono inviati ad organi preposti al controllo della stessa che possono decidere di procedere alla sperimentazione sull’uomo, la sperimentazione clinica.

Articolo creato il 2 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/sperimentazione/
Twitter
Precedente Fauna cadaverica Successivo Linfonodi dell’addome e della pelvi