Struttura dell’uretra maschile

La parete dell’uretra è costituita dalla tonaca mucosa e dalla tonaca muscolare; nella porzio­ne spongiosa, la tonaca muscolare viene sostituita da un manicotto di tessuto erettile (corpo spongioso dell’uretra).
La tonaca mucosa, molto elastica e di colori­to roseo, è rivestita da epitelio di transizione, analogo a quello vescicale, fino allo sbocco dei dotti eiaculatori, da epitelio cilindrico compo­sto fino alla fossa navicolare e infine da epitelio pavimentoso composto, il quale, in corrispon­denza del meato uretrale esterno, trapassa nel­l’epitelio che riveste il glande. Piccole isole di epitelio pavimentoso composto si possono ritro­vare anche sul collicolo seminale. L’epitelio poggia su una lamina propria costituita da un tessuto connettivo denso, ricco di fibre elastiche, nel quale si riscontrano accumuli di linfo­citi.
Numerose ghiandole uretrali (di Littré) sono presenti nella parete dell’uretra spongiosa: si tratta di ghiandole tubuloalveolari semplici o ramificate la cui secrezione, ricca di muco, ha la funzione di lubrificare l’uretra; le ghiandole possono essere contenute nello spessore della mucosa (intramucose) ovvero possono spingersi nei tessuti circostanti (extramucose). Nel tratto prostatico, la parete dell’uretra contiene piccole ghiandole otricolari del tutto simili per struttura alle ghiandole prostatiche (ghiandole prostati­che aberranti).
Nella tonaca muscolare si distingue una com­ponente liscia e una striata, più superficiale. La muscolatura liscia è disposta in due strati: lon­gitudinale interno e circolare esterno. Il primo si connette in alto con la muscolatura vescicale, raggiunge il massimo spessore nella porzione prostatica e si assottiglia poi progressivamente divenendo incompleto e terminando all’inizio dell’uretra spongiosa. Lo strato circolare è par­ticolarmente sviluppato nella porzione iniziale dove costituisce lo sfintere liscio (o interno) del­l’uretra, che continua in alto con la muscolatu­ra del trigono vescicale; anche questo strato scompare all’inizio dell’uretra spongiosa. La muscolatura striata è rappresentata dal muscolo sfintere striato (o esterno) dell’uretra, che inizia nel tratto prostatico e prosegue fino al bulbo dell’uretra continuando con i muscoli bulbocavernosi. Nel muscolo sfintere striato si distin­guono tre porzioni: prostatica, trigonale e bulbouretrale.

  • Nella porzione prostatica il muscolo ha la forma di una doccia aperta posteriormen­te, applicata alla faccia anteriore della prostata; le sue fibre, dirette trasversalmente, si esauri­scono sulle facce laterali della prostata.
  • Nella porzione trigonale lo sfintere è rappresentato da un vero e proprio anello muscolare che circonda completamente ad anello l’uretra membranosa.
  • Nella porzione bulbouretrale (muscolo compressore delle ghiandole bulbouretrali) è rappresentata da una lamina muscolare che trae origine in avanti dal diaframma urogenitale e, dopo avere circondato l’uretra, termina posteriormente nel centro tendineo del perineo, avvolgendo le ghiandole bulbouretrali.

Lo sfintere striato, me­diante la sua contrazione, esercita un controllo volontario sul riflesso della minzione, impeden­do perciò che la vescica si svuoti automatica­mente quando ha raggiunto un certo grado di riempimento. Nella porzione spongiosa, la mu­cosa dell’uretra è direttamente circondata dal tessuto riccamente vascolarizzato che costituisce il corpo spongioso dell’uretra.

Struttura dell’uretra maschile

Uretra prostatica

Uretra prostatica di cane. (Colorazione Mallory Azan). L’uretra (U) maschile inizia in corrispondenza dell’orifizio uretrale interno della vescica e termina all’apice del pene con l’orifizio uretrale esterno. È un tratto comune sia alle vie urinarie che alle vie spermatiche. La parete dell’uretra è data dalla tonaca mucosa e dalla tonaca muscolare nel tratto prostatico e in quello membranoso, mentre nel tratto penieno la tonaca mucosa è circondata dal tessuto cavernoso. L’epitelio (E) di rivestimento nel primo tratto è di transizione, nella parte prostatica (fino alla fossa navicolare) è batiprismatico ed infine pavimentoso composto non corneificato fino all’orifizio uretrale esterno dove si continua con l’epidermide del glande. Segue la lamina propria e la tonaca muscolare data da uno strato interno di tessuto muscolare liscio (andamento longitudinale e circolare) all’esterno del quale, nella porzione membranacea, si trova il muscolo sfintere striato dell’uretra.

Epitelio di transizione

La parete dell’uretra, in questo tratto (prostatico) presenta un epitelio di rivestimento (E) di transizione che poggia su di una lamina propria (lp) di natura connettivale. (Colorazione Mallory Azan).

Articolo creato il 17 maggio 2014.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

I commenti sono chiusi.