Tireociti (o cellule follicolari)

 

I tireociti (o cellule follicolari) sono le cellule che costituiscono l’epitelio follicolare nella tiroide. Presentano caratteristiche morfologiche piuttosto variabili. Al microscopio ottico, oltre alla variazione di altezza, esse presentano, in rapporto allo stadio funzionale, un diverso svi­luppo dell'apparato di Golgi, un grado variabile di basofilia citoplasmatica, più evidente in fase di attività secretoria e numerose gocciole PAS- positive, che si accumulano nella regione apicale.
All'esame ultrastrutturale, i tireociti dei fol­licoli attivi presentano, in corrispondenza del polo apicale, numerose microvillosità; nel loro citoplasma è presente un reticolo endoplasmatico granulare molto sviluppato, le cui vescicole possono presentarsi dilatate; l'apparato di Gol­gi si trova al di sopra del nucleo; sono presenti inoltre mitocondri, ribosomi liberi e lisosomi.
I tireociti producono gli ormoni tiroidei e cioè la triiodotironina (T3) e la tiroxina (o tetraiodotironina, T4). Le cellule follicolari sintetizzano anche una glicoproteina iodinata, la tireoglobulina, che viene immessa nella cavità follicolare sotto forma di colloide. La sintesi della componente proteica avviene a livello dell'ergastoplasma, mentre la parte glucidica (N-acetilglucosamina, mannoso e acido sialico) vie­ne coniugata con quella proteica a livello dell'apparato di Golgi, dal quale si staccano vesci­cole secretorie contenenti la glicoproteina e di­rette verso il lume. Queste vescicole presentano attività perossidasica.

Commenti