Trigono (o diaframma) urogenitale

Il trigono (o diaframma) urogenitale è costitui­to dai muscoli trasversi profondi del perineo e dal muscolo sfintere striato dell’uretra, coperti sia superiormente che inferiormente da una fa­scia aponeurotica (fascia superiore e inferiore del trigono urogenitale che, nell’insieme, for­mano la cosiddetta fascia perineale media).
I muscoli del trigono sono inner­vati dai rami del nervo pudendo. La contrazione del muscolo sfintere striato dell’uretra determina la chiusura forzata dell’u­retra stessa, mentre quella dei muscoli trasversi profondi del perineo aumenta la resistenza del pavimento pelvico, mettendo in tensione il cen­tro tendineo del perineo.
Situato inferiormente al diaframma pelvico, iltrigono (o diaframma) urogenitale è rappresentato da una lamina muscoloaponeurotica spessa circa 1 cm e di forma triangolare, sottesa fra le due branche ischiopubiche in mo­do tale da chiudere la porzione anteriore dello stretto inferiore della piccola pelvi. In questa zona il dia­framma pelvico presenta una fessura mediana delimitata dai margini mediali dei muscoli pubococcigei; pertanto il trigono urogenitale non si limita a raddoppiare in avanti il diaframma pelvico ma ne chiude anche l’apertura.
Il trigo­no urogenitale nel maschio è attraversato dal­l’uretra (porzione membranosa) e contiene nel suo spessore le ghiandole bulbouretrali (di Cowper); nella femmina esso è attraversato dall’ure­tra e dalla vagina e accoglie in parte le ghiando­le vestibolari maggiori (di Bartolino).

Il muscolo trasverso profondo del perineo, pari, è rappresentato da una lamina muscolare, disposta trasversalmente, che si inserisce all’e­sterno sulla branca ascendente dell’ischio e me­dialmente, divenuta tendinea, s’intreccia con quella del lato opposto contribuendo, lungo la linea mediana, alla formazione del centro tendi­neo del perineo.

Il muscolo sfintere striato dell’uretra circon­da a manicotto la porzione iniziale dell’uretra rivestendo in parte anche l’apice della prostata nel maschio e la vagina nella femmina.
Le fasce del trigono urogenitale, specialmente l’inferiore, sono assai robuste; lateralmente la lamina inferiore si fissa alle branche ischiopubiche, mentre la superiore continua con la fascia otturatoria. In avanti le due lamine si riunisco­no al di sotto della sinfisi pubica costituendo il legamento trasverso del perineo e preuretrale, separato dal legamento arcuato del pube da una sottile fessura attraversata dalla vena dorsale profonda del pene o del clitoride. Anche posteriormente le due fasce si fondono costituendo, insieme ad altre formazioni aponeurotiche, il centro tendineo del perineo.

Trigono urogenitale o diaframma urogenitale

Articolo creato il 26 febbraio 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/trigono-o-diaframma-urogenitale/
Twitter