Vasi e nervi dei genitali esterni femminili

All’irrorazione dei genitali esterni provvedo­no principalmente due arterie: l’arteria femora­le e l’arteria pudenda interna, ramo dell’arteria iliaca interna.
Dall’arteria femorale originano le arterie pudende esterne che si distribuiscono al monte del pube e forniscono, inoltre, le arte­rie labiali anteriori per le grandi labbra. Dal­l’arteria pudenda interna nascono: le arterie la­biali posteriori che provvedono all’irrorazione delle piccole labbra, della parte posteriore delle grandi labbra e del vestibolo della vagina; l’ar­teria del clitoride la quale, come ramo colla­terale, fornisce l’arteria del bulbo del vestibolo e, come rami terminali, l’arteria profonda e l’arteria dorsale del clitoride, che si distribuiscono ai corpi cavernosi, al dorso e al glande del clitoride.

Le vene che traggono origine dal monte del pube si gettano nella vena femorale. Dalle gran­di e piccole labbra originano grosse e numerose vene le quali si portano alla vena femorale, alla grande safena e alla pudenda interna; anasto­mosi si stabiliscono con i plessi vaginali, emorroidario e con le vene del legamento rotondo. Le vene del clitoride e dei bulbi del vestibolo so­no ampie e numerose. Ambedue i gruppi fanno capo al plesso venoso intermedio (di Kobelt) che li fa comunicare, inoltre, con plessi venosi del perineo. Il plesso venoso intermedio è affe­rente della vena pudenda interna. Le vene delle ghiandole vestibolari maggiori si portano, in parte, alla vena pudenda interna, in parte alle vene della vagina e dei bulbi del vestibolo.

I vasi linfatici provenienti dal monte del pube, dalle grandi e dalle piccole labbra, si portano ai linfonodi inguinali superficiali. Fa capo a que­sto gruppo di linfonodi anche il circolo linfatico del clitoride; i linfatici del glande, peraltro, ter­minano nei linfonodi inguinali profondi e nei linfonodi iliaci esterni. I linfatici delle ghiando­le vestibolari maggiori e quelli dei bulbi del ve­stibolo non sono ben definiti nel loro destino. Farebbero capo ai linfonodi inguinali superfi­ciali, oppure a linfonodi posti ai lati del retto e della vagina.

Gli organi genitali esterni ricevono nervi da rami genitali del plesso lombare e da rami peri­neali del nervo pudendo interno (del plesso sa­crale). L’organo maggiormente innervato sem­bra essere il clitoride. I nervi che provengono dal nervo pudendo interno decorrono dorsal­mente al clitoride per terminare nel glande. In tutto il clitoride, ma soprattutto nel glande, so­no presenti numerosissimi corpuscoli sensitivi (di Meissner, di Pacini, di Krause, ecc.).

Articolo creato il 10 marzo 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.