Vasi e nervi della milza

La milza riceve sangue dall’arteria lienale (ogastrolienale), il maggiore dei rami del tronco celiaco, che partecipa anche alla vascolarizzazione dello stomaco, del pancreas e del grande omento. Dalla sua origine, l’arteria lienale si porta con tragitto sinuoso da destra verso sinistra, descrivendo un leggero arco a concavità anteriore; decorre al di sopra della vena omonima, in rapporto con il margine superiore del pancreas, all’altezza della 1a vertebra lombare, ricoperta in avanti dal peritoneo parietale che delimita la parete posteriore della borsa omentale. Nel suo decorso emette, come rami collaterali, alcune arterie pancreatiche e un’arteria gastrica posteriore e, a 5-6 cm dall’ilo della milza, si divide nei suoi rami terminali, in genere due, distinti in superiore e inferiore; da entrambi questi rami nascono arterie gastriche brevi, che raggiungono lo stomaco attraverso il legamento gastro-lienale; inoltre, dal ramo inferiore, prende origine l’arteria gastroepiploica sinistra.
La vena lienale si costituisce nell’ilo per confluenza di 6-8 grossi rami che emergono dal parenchima e che si trovano davanti o dietro le arterie; questi rami si riuniscono in due tronchi principali che convergono a formare la vena lienale. Questo vaso, dopo aver ricevuto la vena gastroepiploica sinistra in corrispondenza della faccia anteriore della coda del pancreas, decorre parallelamente e al di sotto dell’arteria, riceve la vena mesenterica inferiore e raggiunge quindi il tronco della vena porta.

I vasi linfatici della milza possono essere distinti in superficiali e profondi. I primi si trovano nello spessore della capsula fibrosa, al di sotto dell’involucro peritoneale, e convergono all’ilo. I linfatici profondi sono in genere satelliti delle vene e si fanno emergenti anch’essi dall’ilo. Questi ultimi decorrono nello spessore delle trabecole fibrose che si distaccano dalla capsula. La polpa rossa e la polpa bianca non presentano vasi linfatici che sono esclusivamente associati alla componente connettivale più grossolana dell’organo. I vasi linfatici superficiali e profondi afferiscono ai linfonodi che si trovano nello spessore del legamento pancreatico-lienale, in vicinanza della coda del pancreas (linfonodi pancreatico-lienali).

I nervi della milza derivano dal plesso celiaco e raggiungono l’organo seguendo i rami dell’arteria gastrolienale.

Arterie della milza

Vene della milza

Linfonodi della milza

nervi della milza

Articolo creato il 6 novembre 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/vasi-e-nervi-della-milza/
Twitter