Vasi e nervi della vescica urinaria

Le arterie sono rappresentate dalle volumino­se arterie vescicali superiori, che provengono dalla porzione rimasta pervia delle arterie om­belicali, e dalle arterie vescicali inferiori, esili e incostanti, che originano o direttamente dalle arterie iliache interne o da una loro collaterale. Altri piccoli rami arteriosi possono essere forni­ti dalle arterie otturatorie, dalle arterie pudende interne, dalle arterie rettali medie, dalle arterie vescicolodeferenziali nel maschio e uterine nella femmina. Tutte le arterie vescicali si ramificano e si anastomizzano fra loro in corrispondenza della superficie esterna della vescica, formando una rete perivescicale; i rami arteriosi si appro­fondano quindi nella parete vescicale e formano una ricca rete nello strato profondo della lami­na propria. Da questa rete originano sottili ramuscoli che si risolvono in capillari subito al di sotto dell’epitelio di rivestimento.

Le vene, dopo avere formato reti accolte nel­la lamina propria e nella tonaca muscolare, costituiscono un ricco plesso sulla superficie ester­na dell’organo (plesso perivescicale) nel quale i vasi venosi hanno un decorso prevalentemente longitudinale, decorrendo dall’apice verso la base. Il plesso perivescicale si scarica nel plesso pudendo e inferiormente nel plesso vescicoprostatico nel maschio e in quelli vescicovaginale e uterovaginale nella femmina. Numerose comu­nicazioni si stabiliscono tra le vene vescicali, le vene degli organi vicini e gli altri plessi venosi della piccola pelvi.

I vasi linfatici, abbondanti nella tonaca mu­scolare, costituiscono una rete perivescicale. Da questa emergono tronchi linfatici efferenti i quali raggiungono: anteriormente i linfonodi iliaci esterni, lateralmente i linfonodi iliaci esterni e interni e posteriormente i linfonodi iliaci interni e quelli situati sotto la biforcazione dell’aorta (linfonodi del promontorio). Lungo il decorso dei tronchi linfatici sono scaglionati piccoli linfonodi, prevalentemente al davanti e sui lati della vescica (linfonodi pre- e laterovescicali).

I nervi, sensitivi e motori viscerali, hanno du­plice origine: derivano infatti sia dal plesso ipo­gastrico (ortosimpatico) che dai rami anteriori del 2°, 3° e 4° nervo sacrale (parasimpatico). I rami nervosi, anastomizzandosi fra loro, for­mano lateralmente alla base della vescica un ric­co plesso (plesso vescicale) nel quale sono pre­senti piccoli gangli. Le fibre effettrici viscerali parasimpatiche si distribuiscono al muscolo detrusore, mentre quelle ortosimpatiche vanno al muscolo sfintere della vescica. Le fibre viscero-sensitive trasportano stimoli legati al grado di distensione dell’organo.

Vascolarizzazione della vescica urinaria

Innervazione della vescica urinaria

Articolo creato il 3 settembre 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.