Vasi e nervi delle palpebre

La palpebra superiore riceve sangue principalmente dall’arteria palpebrale mediale superiore (ramo dell’oftalmica) e dall’arteria palpebrale laterale superiore (proveniente dalla lacrimale); analogamente, la palpebra inferiore è irrorata principalmente dall’arteria palpebrale mediale inferiore (ramo dell’oftalmica) e dall’arteria palpebrale laterale inferiore (proveniente dalla lacrimale). In ogni palpebra le due arterie palpebrali (mediale e laterale) decorrono dal davanti del tarso, in vicinanza del margine libero, e si anastomizzano fra loro formando l’arco tarsale.
Le vene formano due reti: una rete sottocutanea che viene drenata dalle vene temporale superficiale, faciali e oftalmiche; una rete profonda che nelle due palpebre è tributaria, rispettivamente, della vena oftalmica superiore e inferiore.
I vasi linfatici formano, oltre a una rete superficiale accolta nel sottocutaneo, due reti profonde, situate al davanti e al di dietro del tarso. In corrispondenza del margine libero, le tre reti si riuniscono in una fittissima rete marginale. I collettori che drenano la parte mediale delle due palpebre vanno ai linfonodi sottomandibolari, quelli per le parti laterali terminano ai linfonodi parotidei e preauricolari.
I nervi motori destinati al muscolo orbicolare dell’occhio sono rami del nervo faciale e penetrano nelle palpebre dalla metà laterale del loro margine aderente; quelli destinati al muscolo elevatore della palpebra superiore provengono invece dal ramo superiore del nervo oculomotore. I nervi sensitivi per la palpebra superiore derivano dall’oftalmico, quelli per la palpebra inferiore dal nervo mascellare.

Arterie delle palpebre

Articolo creato l’1 ottobre 2012.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.