Vene polmonari

Le vene polmonari conducono il sangue arterioso dai polmo­ni all’atrio sinistro del cuore. Due per lato, su­perioree inferiore, si portano medialmente dal rispettivo polmone all’atrio sinistro del cuore, le superiori con decorso obliquo in basso e in dentro, le inferiori con decorso trasversale. Le vene polmonari destre, che si abbozzano in nu­mero di tre, superiore, media e inferiore, una per ciascun lobo del polmone destro, si riduco­no poi anch’esse a due per la confluenza della vena media con la vena polmonare superiore.
Hanno in media una lunghezza di 1,5 cm e un diametro di 13-16 mm; quelle di destra sono più grosse di quelle di sinistra. Posseggono pa­rete sottile, ricca di fibre elastiche, con scarsi elementi muscolari.
Sboccano nella parete postero-superiore dell’atrio sinistro, le vene polmonari destre vicino al setto interatriale, le vene polmonari sinistre al limite con la parete laterale. In prossimità della loro terminazione sono avvolte dal pericardio; in questa porzione intrapericardica le fibre mu­scolari dell’atrio sinistro si prolungano alquanto sulla loro parete con decorso spiraliforme. Non posseggono valvole.
Nei due lati le vene superiori stanno davanti e inferiormente all’arteria e al bronco, le vene inferiori alquanto posteriormente e inferior­mente al bronco. Le vene polmonari destre han­no rapporti anteriormente con la vena cava su­periore, con il nervo frenico e con l’atrio destro; le vene polmonari sinistre hanno rapporto po­steriormente con l’aorta toracica.
Durante il loro tragitto le vene polmonari ri­cevono rami venosi bronchialie mediastinici.

Vene polmonari

Articolo creato il 12 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Senza categoria

I commenti sono chiusi.