Caratteristiche del tessuto di conduzione del miocardio

Le cellule muscolari specializzate del tessuto di conduzione presentano alcune differenze strutturali rispetto alle comuni fibre miocardiche.

  • Le cellule del nodo seno-atriale (di Keith e Flack) e del nodo atrio-ventricolare (di Tawara) sono più piccole delle comuni fibre del cuore e sono accolte in un abbondante tessuto connettivo piuttosto compatto.
  • Le fibre delle branche destra e sinistra del fascio atrio-ventricolare (di Purkinje) sono più grandi delle fibre muscolari degli atri e dei ventricoli ed assumono un aspetto molto caratteristico di modo che possono essere facilmente distinte dalle comuni fibre cardiache. La parte centrale della fibra è occupata dal nucleo, unico o duplice, e da un abbondante sarcoplasma ricco di mitocondri e di glicogeno; le miofibrille sono relativamente scarse e tendono a dislocarsi alla periferia della cellula. La differenza strutturale più importante tra le fibre di Purkinje e le fibre ventricolari è l’assenza nelle prime di tubuli T.

Articolo creato l’8 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://medicinapertutti.altervista.org/argomento/caratteristiche-del-tessuto-di-conduzione-del-miocardio/
Twitter
Precedente Sangue Successivo Reazione cromaffine