Muscolo elevatore della scapola

Insieme al muscolo trapezio, al muscolo grande dorsale e al muscolo romboide, costituisce i muscoli spinoappendicolari.
Il muscolo elevatore della scapola è innervato da rami dei plessi cervicale e brachiale (C3-C5). Contraendosi, solleva e sposta medialmente la scapola.
Occupa la regione laterale e posteriore del collo. Origina dai tubercoli posteriori dei processi trasversi delle prime quattro vertebre cervicali e si porta in basso e in fuori, per inserirsi all’angolo mediale e alla parte alta del margine vertebrale della scapola.
È ricoperto dal muscolo trapezio e dal muscolo sternocleidomastoideo; profondamente si trova in rapporto con il muscolo splenio, il muscolo lunghissimo del collo, il muscolo dentato posteriore superiore e il muscolo scaleno posteriore.

Muscolo elevatore della scapola

Articolo creato il 26 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://medicinapertutti.altervista.org/argomento/muscolo-elevatore-della-scapola/
Twitter
Precedente Atti osceni Successivo Vasi linfatici dell'addome e della pelvi