Pompe di tipo P

Le pompe di tipo P, come le pompe di tipo V, sono direttamente dipendenti dall’ATP e sono definite “P” perché durante il loro ciclo di pompaggio legano temporaneamente un gruppo fosforico sottratto dall’ATP. Si trovano sulla membrana plasmatica e si attivano per fosforilazione della subunità alfa.
Si tratta di proteine transmembranarie in cui un unico polipeptide svolge tutte le funzioni della pompa che comprendono l’idrolisi dell’ATP, il legame del fosfato e il trasporto dello ione da veicolare attraverso la membrana. Le pompe contengono 10 alfa-eliche transmembrana; l’80% circa della loro massa è costituito da tre estesi domini citoplasmatici.

  • Il primo accoppia l’energia rilasciata dall’idrolisi dell’ATP con il trasporto attivo.
  • Il secondo idrolizza l’ATP e lega il gruppo fosfato rilasciato dall’idrolisi dell’ATP.
  • Il terzo lega la calmodulina combinata al Ca++ che stimola l’attività della pompa.

Le ATPasi di tipo P sono pompe che trasportano ioni a carica positiva e sono rappresentate da:

  • Na+-K+-ATPasi.
  • H+-K+-ATPasi.
  • Ca++-ATPasi.

Pompa cellulare di tipo P

Articolo creato il 24 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://medicinapertutti.altervista.org/argomento/pompe-di-tipo-p/
Twitter
Precedente Struttura del grande labbro Successivo Tessuto pigmentato